Il Coraggio In Questa Grande Battaglia Finale II

Il Coraggio In Questa Grande Battaglia Finale II

Nessun movimento ecclesiale sarà escluso dalla purificazione in questo periodo della “grande tribolazione” (Mt 24,21), neanche il Movimento Sacerdotale Mariano! In giugno 2016 ho pubblicato il seguente articolo:

La Chiesa Sarà Purificata nella Grande Tribolazione!” (http://cibo-spir.blogspot.it/2016/06/chiesa-purificata-tribolazione.html).

Ero contento che Padre Gabrielli Quartilio, che ha passato tanto tempo con Don Stefano Gobbi, ha avuto il CORAGGIO di offrire la seguente meditazione. Questa è la SECONDA di due meditazione offerta da Padre Gabrielli Quartilio agli Esercizi Spirituali Internazionali di 2016.

Per vedere la prima meditazione di Padre Gabrielli Quartilio, “Il Coraggio In Questa Grande Battaglia Finale”, visitate:

http://cibo-spir.blogspot.it/2016/11/coraggio-battaglia-finale.html

https://josephdwight.wordpress.com/2016/11/14/il-coraggio-in-questa-grande-battaglia-finale/

https://www.scribd.com/document/331022697/Il-Coraggio-In-Questa-Grande-Battaglia-Finale

– – – – – – –

Dopo questa seconda meditazione di Padre Gabrielli Quartilio, SOTTO, troverete alcune email del Don Roberto, il responsabile del Movimento Sacerdotale Mariano ( M.S.M.) della regione di Umbria, e le mie risposte.

– – – – – – –

Il seguente è una meditazione di Padre Gabrielli Quartilio offerta a più di 200 sacerdoti e più di 10 vescovi negli Esercizi Spirituali Internazionali del Movimento Sacerdotale Mariano, a Collevalenza – Santuario dell’Amore Misericordioso (di Madre Speranza), il 26 giugno a 02 luglio 2016.

Lo Spirito Santo e il M.S.M.

AVE MARIA! È ormai giunta la grande prova, come vi ho detto questa mattina. Abbiamo visto come è facile cadere nell’inganno, anche se da tanti anni si fa parte dei M.S.M. (Movimento Sacerdotale Mariano).

Ora è tempo di accogliere il messaggio di Fatima, “spesso contestato e da molti rifiutato” (8 Maggio 1997): occorre un piccolo resto anche del Movimento, rinchiuso nel Cuore Immacolato di Maria e alla luce dello Spirito Santo, perché si possa perseverare fino alla fine senza tentennamenti, senza ‘ma’…, senza tanti `bisogna vedere’, senza `c’è pericolo che…’.

Ecco il perché di questa meditazione sullo Spirito Santo: perché solo la sua forza e la sua luce ci possono aiutare.

Celebriamo quest’anno il 44° anno dall’inizio del M.S.M. – 8 maggio 1972 – e ci avviciniamo ai 45 anni. Sono passati tanti avvenimenti, tanti cambiamenti, tanti fatti sono successi nel mondo e nella Chiesa, che nessuno avrebbe mai potuto immaginare. Alla fine del 1989 c’è stata la caduta del muro di Berlino, lo sfaldamento dell’Unione Sovietica; ricordo che il Papa Giovanni Paolo II disse:

“L’IMMACOLATA (era 1’8 dicembre) ha fatto cadere un muro che ha fatto versare tante lacrime e anche tantissimo sangue. C’è ancora un altro muro che farà versare ancora lacrime, e ancora più copiose, e farà spargere ancora tanto più sangue ovunque, ma cadrà il muro dei muri del potere mondiale che, nella politica, nell’economia e nel potere religioso unico, vuole schiavizzare tutti i popoli della terra”.

Queste parole profetiche si stanno avverando e in questi nostri anni. La Madonna ha fatto sorgere questa Opera del Movimento Sacerdotale Mariano e del Movimento Mariano, perché dobbiamo con Maria invocare la seconda Pentecoste, perché Lei, l’Immacolata, ci ottenga lo Spirito Santo, come l’ha ottenuto sugli Apostoli:

– per diffondere il Regno di Dio nel mondo,

– per rinnovare il mondo, la Chiesa, i cuori,

– per abbattere questo muro dei poteri mondiali.

Dobbiamo attendere anche noi nel Cenacolo del Cuore Immacolato di Maria, unirci un cuor solo e un anima sola in un continuo cenacolo, invocando lo Spirito Santo come ci chiede la Mamma:

“VIENI SPIRITO SANTO, VIENI PER LA POTENTE INTERCESSIONE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA”.

Sono tanti i brani del libro Azzurro che invitano ad entrare nel `CENACOLO’ del suo Cuore Immacolato, per ottenere la seconda Pentecoste, la sola che può cambiare il mondo, la Chiesa e i cuori, resi duri dalla lontananza da Dio. Ora ne cito alcuni:

“Nel Cenacolo del mio Cuore Immacolato deve ora entrare tutta la Chiesa: devono entrare tutti i Vescovi, i Sacerdoti, i Religiosi ed i Fedeli. Nel Cenacolo di Gerusalemme, sugli Apostoli riuniti in preghiera con Me, è sceso lo Spirito Santo e si è operato il miracolo della prima Pentecoste. Così, solo nel Cenacolo del mio Cuore Immacolato, quando in esso sarà entrata tutta la Chiesa, avverrà il grande prodigio della seconda Pentecoste. Sarà un fuoco divino di purificazione e di santificazione che rinnoverà tutta la faccia della terra. I miei tempi sono giunti. …

Per questo vi chiedo di moltiplicare ovunque i vostri Cenacoli di preghiera e di fraternità e di condurre il maggior numero possibile dei miei figli alla consacrazione al mio Cuore Immacolato.

In questo anno avranno già inizio alcuni degli avvenimenti che Io vi ho predetto, come segni del mio vicino trionfo. Preparatevi in spirito di umiltà, di fiducia e di grande speranza. Aprite le porte dei vostri cuori per ricevere il grande Dono che il Padre ed il Figlio faranno scendere sopra di voi. Lo Spirito del Signore riempirà la terra e cambierà il mondo. Lo Spirito del Signore rinnoverà, col suo divino fuoco, tutta la Chiesa e la condurrà alla perfezione della santità e del suo splendore. Lo Spirito del Signore trasformerà i cuori e le anime degli uomini e li renderà coraggiosi testimoni del suo divino Amore. Lo Spirito del Signore preparerà l’umanità ad accogliere il regno glorioso di Cristo, perché il Padre possa essere da tutti amato e glorificato.” (7 giugno 1987)

(Nota: Il “libro azzurro riferisce a: “Ai sacerdoti figli prediletti della Madonna”; http://madonna-sacerdoti.blogspot.it/).

La Madonna dice: “In questo anno avranno già inizio alcuni degli avvenimenti che vi ho predetto, come segni del Mio vicino trionfo”. Infatti il disgelo ebbe inizio nel 1986 con Gorbachov, nel 1989 ci fu la caduta del muro di Berlino, nel Natale dello stesso anno lo sfaldamento delle repubbliche Sovietiche, nel 1991 le elezioni dove andò al potere Eilsin e così cadde l’ultimo dittatore dell’Unione Sovietica.

Ora, sembra che la Madonna abbia mantenuta la promessa: l’Unione Sovietica, in questi nostri tempi è l’unica che sbarra la strada ai poteri forti che vogliono sovvertire ogni legge, ogni stato sovrano, ogni religione, soprattutto la cattolica. La dittatura del relativismo, politico, economico, morale e religioso è il terreno fecondo per distruggere innanzitutto la Chiesa con la terribile apostasia che, iniziata con il marxismo, ha pervaso perfino la Chiesa, causando mali irreparabili.

Tutto questo, cari Sacerdoti, è sotto i nostri occhi: teniamoli aperti! Scusatemi, ma mi sembra che molti, facciano come gli struzzi: che – si dice – quando vedono il pericolo, invece di scappare, mettono la testa sotto la sabbia per non vedere.

Ascoltiamo, dunque, ciò che la Madonna ci dice in questo bellissimo messaggio del 1988, dove descrive questi nostri giorni, che non ci hanno svelato, ma che comunque stiamo vivendo. Sono parole di una attualità terrificante:

“Io discendo dal cielo, perché gli ultimi segreti vi siano svelati e vi possa così preparare a quanto ormai dovete vivere per la purificazione della terra. Il mio terzo segreto, che Io qui ho rivelato ai tre bambini a cui sono apparsa e che finora non vi è stato ancora svelato, sarà reso palese a tutti dallo stesso svolgersi degli avvenimenti. La Chiesa conoscerà l’ora della sua più grande apostasia, l’uomo iniquo si introdurrà al suo interno e siederà nel Tempio stesso di Dio, mentre il piccolo resto che rimarrà fedele sarà sottoposto alle più grandi prove e persecuzioni. L’umanità vivrà il momento del suo grande castigo e sarà così preparata a ricevere il Signore Gesù che tornerà a voi nella gloria.

Per questo, soprattutto oggi, Io discendo ancora dal cielo, con le mie numerose apparizioni, con i messaggi che dono, con questa straordinaria Opera del mio Movimento Sacerdotale Mariano, per disporvi a vivere gli avvenimenti che ormai si stanno per compiere, per condurvi per mano a percorrere il tratto più difficile e doloroso di questo vostro secondo avvento e per preparare le menti e il cuore di tutti a ricevere Gesù nel vicino momento del suo glorioso ritorno.” (13 maggio 1990)

Queste parole della Madonna descrivono con chiarezza e nei dettagli il tempo che viviamo.

Anche in tutti gli anni che abbiamo passato con Don Stefano ci è stato detto e ridetto in tanti modi (nelle sue meditazioni, nelle sue circolari, dove si è ripetuto, fino alla noia si può dire), quello che la Madonna vuole dai suoi Figli prediletti in questi tempi, per, badate bene:

Disporci a vivere gli avvenimenti che stanno per compiersi… e per condurci a percorrere questo tratto doloroso e pericoloso del tempo che ci separa dal suo glorioso ritorno, quella parte del segreto che conosceremo mentre lo vivremo. Questi sono i tempi!

Saremo sottoposti a una grande prova e a persecuzioni e questo si sta già avverando:

“- La grande prova è giunta per la Chiesa, … Soprattutto per la Chiesa è giunta l’ora della sua grande prova, perché sarà scossa dalla mancanza di fede, oscurata dalla apostasia, ferita dai tradimenti, abbandonata dai suoi figli, divisa dagli scismi, posseduta e dominata dalla massoneria, resa terra fertile da cui spunterà l’albero cattivo dell’uomo malvagio, dell’anticristo, che porterà al suo interno il suo regno.

– La grande prova è giunta per tutta l’umanità, ormai straziata dalla violenza che dilaga, dall’odio che distrugge, dalle guerre che si estendono minacciose, da grandi mali che non si riescono a guarire. All’alba di questo nuovo anno si fa più forte e preoccupante la minaccia di una terribile terza guerra mondiale. Quanti dovranno soffrire il flagello della fame, della carestia, della discordia, delle lotte fratricide che spargeranno tanto sangue sulle vostre strade.

– Se il tempo della grande prova è giunto, è arrivato anche il momento di accorrere tutti nel sicuro rifugio del mio Cuore Immacolato. Non perdetevi di coraggio. Siate forti nella speranza e nella fiducia. Io vi ho predetto i tempi che vi attendono, tempi dolorosi e difficili, proprio per aiutarvi a vivere nella speranza ed in una grande fiducia nella vostra Mamma Celeste. (1 gennaio 1993)

“- Non lasciatevi prendere dallo sconforto. Sono giunti i tempi in cui Gesù Crocifisso deve essere amato e glorificato da voi. Portatelo sempre con voi e mostratelo a tutti come il solo Salvatore e Redentore. Anche per questa vostra perversa generazione non vi è altra possibilità di salvezza se non in Gesù Cristo Crocifisso.

– Non lasciatevi prendere dalla paura. Ormai è giunto il tempo della vostra immolazione.

Sarete perseguitati. Anzi coloro che vi ostacolano, che vi calunniano, che vi disprezzano, che vi emarginano, che vi perseguitano crederanno di fare cosa gradita al Padre Celeste e persino a Me, vostra Mamma Immacolata. Questo fa parte del tempo tenebroso che vivete. Perché ormai entrate nella fase più dolorosa e più tenebrosa della purificazione e presto la Chiesa sarà scossa da una persecuzione terribile, nuova, che finora non ha ancora conosciuto.” (12 novembre 1988)

Questo è vero, queste sacrosante parole della Madonna si stanno avverando oggi anche in seno al M.S.M., mi sembra. Dopo la morte di Don Stefano, ho l’impressione che molti abbiano dimenticato il suo insegnamento e il suo carattere che non si faceva tanti problemi a dire ciò che doveva. Vorrei ricordarne alcuni punti fissi:

– La piccolezza e infanzia spirituale che ci chiedeva sempre, quasi alla noia;

– La franchezza e il coraggio nel difendere la Verità, il Vangelo.

Andate a vedere il messaggio del 27 ottobre del 1986 dove la Madonna condanna senza se senza ma l’incontro ecumenico di Assisi.

Ho paura che qualche volta noi abbiamo troppa paura di difendere il Vangelo e la Verità e ci rifugiamo troppo facilmente a parlare di noi e magari, scegliendo qualche messaggio, usiamo eccessiva prudenza per paura o per adeguarci alla situazione del momento.

Ricordo che Don Stefano raccontava del cenacolo in Polonia, a Cracovia, dove gli capitò di commentare il passo dell’Apocalisse che parla del “Dragone rosso”, era ancora sotto il regime comunista e lo commentò tutto. Un altra volta in Messico era con la veste talare ed era proibito andare vestiti da Sacerdoti; pensava che l’avrebbero arrestato, invece gli chiesero una benedizione.

Se vogliamo appartenere al Movimento bisogna difendere la Verità, capire che siamo “proprietà di Maria”, essere come dei BAMBINI PICCOLI PICCOLI, altrimenti ci si illude. Dobbiamo stare attenti di non fare come la rana, che per cuocerla, non la mettono nell’acqua calda ma nell’acqua fredda e poi, pian piano, si alza il fuoco e la rana si cuoce senza che se ne accorga. Ecco cosa ci dice la Madonna in questi due messaggi del 1989 e del 1988.

“In questi tenebrosi tempi della grande tribolazione, se non vi lasciate portare fra le mie braccia, con abbandono filiale e con grande docilità, difficilmente riuscite a sfuggire alle subdole insidie che il mio Avversario vi tende. Le sue seduzioni sono diventate così pericolose e sottili, che quasi non si riesce più a sfuggire ad esse. Correte il grande pericolo di cadere nella seduzione, che il mio Avversario vi tende, per allontanarvi da Gesù e da Me. Tutti possono cadere nel suo inganno. Vi cadono i sacerdoti ed anche i vescovi. Vi cadono i fedeli ed anche i consacrati. Vi cadono i semplici ed anche i dotti. Vi cadono i discepoli ed anche i maestri.

Non vi cadono mai coloro che – come piccoli bambini – si consacrano al mio Cuore Immacolato e si lasciano portare fra le mie braccia materne. Ormai apparirà sempre più chiaro alla Chiesa ed al mondo che il piccolo gregge che, in questi anni della grande apostasia, resterà fedele a Gesù ed al suo Vangelo, sarà tutto custodito nel recinto materno del mio Cuore Immacolato.” (2 febbraio 1989)

L’appartenere al M.S.M. non è un’assicurazione per la vita: si deve vivere il vero spirito della consacrazione, cioè la totale dipendenza da Maria, nell’umiltà, nella piccolezza, nella totale fiducia in Lei, anche mettendo a rischio la propria vita. La Mamma ci dice:

“L’ora della grande apostasia è venuta. Si sta realizzando quanto è stato predetto dalla Divina Scrittura, nella seconda lettera di S. Paolo ai Tessalonicesi. Satana, il mio Avversario, con inganno e per mezzo della sua subdola seduzione, è riuscito a diffondere ovunque gli errori, sotto forma di nuove e più aggiornate interpretazioni della verità, ed a condurre molti a scegliere consapevolmente ed a vivere nel peccato, nella ingannevole convinzione che esso non è più un male, anzi che è un valore ed un bene.

Sono giunti i tempi della generale confusione e del più grande turbamento degli spiriti. La confusione è entrata nelle anime e nella vita di tanti miei figli. Questa grande apostasia si diffonde sempre di più anche all’interno della Chiesa Cattolica. Gli errori vengono insegnati e diffusi, mentre con tanta facilità sono negate le verità fondamentali della fede, che il Magistero autentico della Chiesa ha sempre insegnato ed energicamente difeso contro qualsiasi deviazione ereticale. Gli Episcopati mantengono uno strano silenzio e non reagiscono più. Quando il mio Papa parla con coraggio e riafferma con forza le Verità della fede cattolica, non viene più ascoltato, anzi è pubblicamente criticato e deriso.

C’è una sottile e diabolica tattica, intessuta segretamente dalla Massoneria, che si usa oggi nei confronti del Santo Padre per mettere in ridicolo la sua Persona e la sua opera e per rendere vano il suo Magistero.

Vittime della grande apostasia sono i miei figli che, spesso inconsapevolmente, si lasciano trascinare da questa ondata di errori e di male.

Vittime della grande apostasia sono molti vescovi, sacerdoti, religiosi e fedeli. In questi tempi nella Chiesa Cattolica rimarrà un piccolo resto che sarà fedele a Cristo, al Vangelo, a tutta la sua Verità. Il piccolo resto formerà un piccolo gregge, tutto custodito nel profondo del mio Cuore Immacolato.

Questo piccolo gregge sarà formato da quei vescovi, sacerdoti, religiosi e fedeli che resteranno fortemente uniti al Papa, tutti raccolti nel Cenacolo del mio Cuore Immacolato, in atto di preghiera incessante, di immolazione perenne, di offerta totale, per preparare la via dolorosa alla seconda e gloriosa venuta di mio figlio Gesù.

In questa mia festa dell’anno mariano, rivolgo a tutti coloro, che vogliono fare parte del piccolo gregge, l’invito materno a consacrarsi al mio Cuore, a vivere in intimità di vita con Me, a diventare i miei apostoli coraggiosi in questi ultimi tempi, poiché è giunto il momento in cui il mio Cuore Immacolato deve essere glorificato davanti alla Chiesa ed a tutta l’umanità.” (11 giugno 1988)

Ho voluto citare questi due lunghi brani, perché in essi la Madonna ci spiega molto in dettaglio da che cosa nasce l’apostasia: “nuove e aggiornate forme della parola di Dio” che producono gravi errori e con gli errori nasce la confusione, la confusione si propaga con gli insegnamenti soprattutto nei seminari e dai seminari escono Sacerdoti, Vescovi, Religiosi: così la Chiesa è colpita nel cuore.

Questo piano massonico va avanti già da prima del Concilio Vaticano II, con l’errore modernista che grandi e Santi Papi, senza mezzi termini, hanno già da tempo condannato: S. Pio X, Beato Paolo VI, S. Giovanni Paolo II. Vorrei far notare che il Papa, di cui parla la Madonna in questo messaggio, è San Giovanni Paolo II, non altri.

E dopo tutti questi segni evidenti di errori su verità di fede basilari, dai quali siamo stati messi in guardia, oggi si presenta il peccato come conquista, affermando che “Dio perdona sempre. L’inferno non esiste. Dio è Misericordioso…” quindi… comunione per tutti! Come mai si è arrivati a questo? Oggi si parla tanto di accompagnamento, di discernimento, ma Gesù non parla di discernere a seconda dei casi: ecco, molti praticamente difendono gli errori.

Non vorrei, che anche noi del M.S.M. sposassimo la logica del mondo, che viene usata ogni qualvolta si usa `l’etica della situazione’, i così detti `caso per caso’, oppure la `logica del ma, o dell’anche’, con la pretesa di tenere uniti gli opposti: una logica che piace particolarmente al mondo e vediamo come il mondo applaude ogni giorno. Questo certamente non è un buon segno!

Il cristiano, quando è coerente, è perseguitato dal mondo, non applaudito: “Guai quando tutti gli uomini diranno bene di voi” (Lc 6,26).

Questo, carissimi, è quello che:

– professiamo come Movimento nella consacrazione che facciamo,

– Gesù chiede ai suoi Ministri,

– la Chiesa ha annunciato anche col Sangue dei Martiri.

Per questo la Madonna ha voluto questa sua OPERA, NON per dire: “Vediamo… non creiamo scandalo… quando si è d’accordo… non è ancora tempo…” e nel frattempo tante anime si perdono. In questi giorni ho letto un esempio, banale forse, ma molto significativo: “Oggi per far passare certi cambiamenti di dottrina, di pastorale e di morale, si usa il metodo dell’affetta salame: tagli una fetta alla volta, il salame finisce e nessuno se ne accorge”.

Nel 1917 a Fatima, la Madonna ha fatto vedere l’inferno ai tre pastorelli. Lei è molto preoccupata per questo, ci chiede di aiutarla, perché i tempi stringono e noi…. facciamo i finti sordi!

“La seconda Pentecoste verrà come un fiume di grazia e di misericordia che purificherà la Chiesa, la renderà povera e casta, umile e forte, senza macchia e senza rughe, tutta bella, ad imitazione della vostra Mamma Celeste. Voi siete qui per essere da Me formati a diventare il cuore nuovo di questa Chiesa tutta rinnovata dallo Spirito.

Per questo dovete lasciarvi formare da Me per giungere ad un completo cambiamento del cuore. Diventi il vostro cuore mansueto e umile, dolce e misericordioso, sensibile e puro. Sia il vostro cuore un calice ripieno di balsamo soave, che trabocchi e scenda a chiudere ferite aperte e sanguinanti, a confortare sofferenze e dolori senza numero, a dare speranza ai disperati, grazia ai peccatori, conforto agli ammalati, aiuto ai bisognosi, pace ai tribolati, coraggio agli sfiduciati.

La seconda Pentecoste verrà come rugiada sul mondo e trasformerà il deserto in un giardino, in cui tutta l’umanità correrà, come sposa, incontro al suo Signore, in un rinnovato patto di amore con Lui.

Così la Santissima Trinità riceverà la sua grande gloria e Gesù instaurerà il suo glorioso regno di amore fra voi. Per questo dovete diventare gli artefici silenziosi e coraggiosi di questo generale rinnovamento.

Prendete fra le vostre braccia sacerdotali questa povera umanità ammalata e portatela nella clinica materna del mio Cuore Immacolato, perché sia guarita dalla vostra Mamma Celeste. Voi fate questo quando portate tutti, sacerdoti, fedeli, bambini, giovani e famiglie alla consacrazione al mio Cuore Immacolato.” (28 giugno 1990)

Coraggio, cari confratelli Sacerdoti, la Chiesa ha bisogno:

di essere rinnovata, per essere resa Povera, Casta, Umile, Forte.

– di ritornare ad essere la vera Chiesa.

Il M.S.M. ha bisogno di essere rinnovato:

– per dare Speranza ai tanti sfiduciati,

– per donare pace e salvezza ai peccatori.

In poche parole, occorre che questo deserto sia trasformato in un giardino, dove la Santissima Trinità venga glorificata da tutte le creature, ma in modo particolare dall’uomo.

Carissimi non deludiamo la Mamma! Accogliamo quello che lei ci chiede nei messaggi e anche in quello che in tutti questi anni ci ha trasmesso attraverso il “suo piccolo bambino “, Don Stefano.

Cosa dobbiamo fare oggi? Sono tre gli impegni che dobbiamo fare. Prendo dalla circolare di Don Stefano N. 13 – 8 settembre 1977. Soprattutto ora, dopo la morte di Don Stefano, il M.S.M. ha bisogno di rimanere unito. Si tratta cioè di impegnarci tutti a lasciarci condurre e formare dalla Madonna, che ha preso sul serio l’offerta del nostro sacerdozio al suo Cuore Immacolato.

Dobbiamo vivere la fraternità, “un cuor solo e un anima sola” come nel Cenacolo. Questo è `il tempo’! Mi sembra, invece, che stiamo perdendo questo `tempo’, volendo solo organizzare… controlla­re… viaggiare… fare…, mentre ecco cosa vuole la Madonna da noi:

“È questo per la Chiesa e per tutta l’umanità il tempo del Cenacolo.

È il tempo del Cenacolo per la Chiesa, da Me invitata ad entrare nel Cenacolo del mio Cuore Immacolato.

In questo nuovo e spirituale Cenacolo devono ora entrare tutti i Vescovi, perché possano ottenere, dalla preghiera incessante fatta con Me e per mezzo di Me, una particolare effusione dello Spirito Santo, che apra le menti e i cuori a ricevere il dono della divina Sapienza e giungano così alla comprensione della Verità tutta intera e a dare la loro piena testimonianza a mio Figlio Gesù.

In questo nuovo Cenacolo spirituale devono entrare i Sacerdoti, perché siano dallo Spirito Santo confermati nella loro vocazione, e dalla preghiera, fatta con Me e per mezzo di Me, ottengano forza, sicurezza e coraggio di annunciare il Vangelo di Gesù in tutta la sua integrità e di viverlo alla lettera, con la semplicità dei piccoli, che si nutrono con gioia di ogni parola che esce dalla bocca di Dio.

In questo nuovo Cenacolo spirituale devono entrare tutti i fedeli, perché siano aiutati a vivere il loro battesimo e dallo Spirito Santo ricevano luce e conforto nel loro quotidiano cammino verso la santità. Solo così possono diventare oggi coraggiosi testimoni di Gesù risorto e vivente in mezzo a voi.

È il tempo del Cenacolo per questa povera umanità, così posseduta dagli Spiriti del male, sospinta sulla strada del piacere e dell’orgoglio, del peccato e della impurità, dell’egoismo e della infelicità. L’umanità deve ora entrare nel Cenacolo del mio Cuore immacolato: qui, come Mamma, le insegnerò a pregare e a pentirsi, la condurrò alla penitenza e alla conversione, al cambiamento del cuore e della vita.” (22 maggio 1996)

La preghiera che Maria chiede oggi.

“La vostra preghiera, fatta con Me, è stata una forza potente che mi avete dato da offrire alla giustizia del Padre perché Io possa ottenervi, molto presto, la pioggia di fuoco e di grazia dello Spirito Santo, che trasformerà e rinnoverà tutto il mondo, dando così compimento al più grande miracolo dell’Amore Misericordioso di mio figlio Gesù.” (4 luglio 1986)

“Ora tutto il mondo deve essere portato alla pienezza della verità, al Vangelo di Gesù, all’unica Chiesa voluta e fondata da Cristo, e questo è compito dello Spirito Santo. La Chiesa deve aprirsi al suo divino fuoco in maniera che, completamente purificata, sia pronta a ricevere lo splendore della sua nuova Pentecoste, in preparazione alla seconda, gloriosa venuta di mio Figlio Gesù. Oggi vi invito ad entrare tutti nel cenacolo del mio Cuore Immacolato: in attesa di ricevere in pienezza lo Spirito di Amore, che dal Padre e dal Figlio vi è dato in dono. Il mio Cuore Immacolato è la porta d’oro attraverso cui passa questo divino Spirito per giungere a voi. Per questo vi invito a ripetere spesso: “Vieni, Spirito Santo, vieni per mezzo della potente intercessione del Cuore Immacolato di Maria, tua Sposa amatissima”.” (7 giugno 1981)

La Madonna ci dice che il mondo e la Chiesa hanno bisogno di VERITÀ! L’unico modo per poter ritrovare la Verità che rinnovi LA FACCIA DELLA TERRA, come per la prima Pentecoste, è LA PORTA D’ORO del Cuore Immacolato di Maria.

“Solo per questo Io vi raccomando di raccogliervi spesso nei vostri Cenacoli, per donarmi una grande forza di preghiera, con cui Io possa intervenire presso mio figlio Gesù, perché vi ottenga presto dal Padre il dono di una nuova e seconda Pentecoste per la Chiesa e per tutta l’umanità.” (26 maggio 1985 – Pentecoste)

“Vieni, o Spirito di Amore, e rinnova la faccia della terra, fa’ che torni tutta ad essere un nuovo giardino di grazia e di santità, di giustizia e di amore, di comunione e di pace, così che la Santissima Trinità possa ancora riflettersi compiaciuta e glorificata.

Vieni, o Spirito di Amore, e rinnova tutta la Chiesa: portala alla perfezione della carità, della unità e della santità, perché diventi oggi la più grande luce che a tutti risplende nella grande tenebra che si è ovunque diffusa.

Vieni, o Spirito di Sapienza e di Intelligenza, ed apri la via dei cuori alla comprensione della Verità tutta intera. Con la forza bruciante del tuo divino fuoco sradica ogni errore, spazza via ogni eresia, affinché risplenda a tutti nella sua integrità la luce della Verità che Gesù ha rivelato.

Vieni, o Spirito di Consiglio e di Fortezza, e rendici coraggiosi testimoni del Vangelo ricevuto. Sostieni chi è perseguitato; incoraggia chi è emarginato; dona forza a chi è imprigionato; concedi perseveranza a chi è calpestato e torturato; ottieni la palma della vittoria a chi, ancora oggi, viene condotto al martirio. Vieni, o Spirito di Scienza, di Pietà e di Timor di Dio, e rinnova, con la linfa del tuo divino Amore, la vita di tutti coloro che sono stati consacrati con il battesimo, segnati del tuo sigillo nella confermazione, di coloro che si sono offerti al servizio di Dio, dei Vescovi, dei Sacerdoti, dei Diaconi, perché possano tutti corrispondere al tuo Disegno, che in questi tempi stai realizzando, della seconda Pentecoste da tanto tempo invocata ed attesa.

Solo allora il compito, che Io stessa ho affidato al mio Movimento Sacerdotale Mariano, sarà compiuto. Solo allora sarà venuto il trionfo del mio Cuore Immacolato nell’inizio di un tempo in cui si potranno finalmente da tutti vedere i nuovi cieli e la nuova terra.” (26 maggio 1985)

Ecco la Madonna ci raccomanda i cenacoli di preghiera. Che cosa sono? I cenacoli sono quei momenti di preghiera dove due o più si uniscono, come gli Apostoli e alcune pie donne erano unite un cuor solo e un anima sola in preghiera con Maria nel Cenacolo e hanno ottenuto il dono della Pentecoste. Lasciatemi dire il mio pensiero, perché dopo la morte di Don Stefano è entrata un po’ di confusione anche nel M.S.M.: noi dobbiamo diffondere i cenacoli di preghiera, al resto ci pensa la Madonna.

A questo proposito, Vi racconto un fatto mio personale capitato su nel blocco B al quinto piano. Ero tornato dalla missione ed era un momento molto difficile per me. Incontrai Madre Speranza che mi disse solo poche parole: “Tu prega, Dio fa tutto il resto”.

Carissimi, il Movimento non è questione di organizzazione o altro, ma è:

– il vivere con Maria, cioè uniti a Lei,

– il vivere come Lei, cioè nella piccolezza nell’infanzia spirituale.

È Lei, il Movimento è Suo! Noi dobbiamo fare quello che Lei ci chiede, non quello che vogliamo!

Questo messaggio è molto chiaro: stiamo realizzando questo suo disegno della seconda Pentecoste? Perché neghiamo, non vogliamo riconoscere che la Chiesa vive una profonda apostasia a causa di errori, di demolizione della Verità e della infedeltà alla Parola di Dio, che si nasconde o si interpreta come si vuole?

– Alla luce della Sua Verità, tutta l’umanità comprenderà l’abisso in cui si è lasciata condurre da Satana, che, in lei e per mezzo di lei, ha voluto ripetere il gesto orgoglioso del suo rifiuto di Dio e della sua Legge. Così l’umanità è giunta a costruire una civiltà senza Dio, si è data una morale contraria alla sua legge, ha giustificato ogni forma di male e di peccato, si è lasciata sedurre dal materialismo, dall’odio, dalla violenza e dalla impurità. Dal fuoco divino dello Spirito Santo essa verrà completamente purificata, perché possa tornare quel nuovo giardino in cui la Santissima Trinità riceverà la sua gloria più grande. È la testimonianza dello Spirito che rinnoverà profondamente la Chiesa.

– Alla luce della Sua Verità, la Chiesa vedrà se stessa in tutta la sua umana debolezza e verrà guarita dalla sua crisi di fede, sarà liberata dalle insidie degli errori, che hanno diffuso in lei la piaga profonda della apostasia e della infedeltà. Rinnovata dal fuoco divino dello Spirito Santo, tutta la Chiesa rifletterà la gloria del suo Signore e tornerà sposa fedele e casta, tutta bella, senza macchia e senza ruga, ad imitazione della sua Mamma Celeste. È la testimonianza dello Spirito che vi porterà alla comprensione della Verità tutta intera.

– Alla luce della Sua Verità, a tutti apparirà la forza salvifica del Vangelo di Gesù, che diffonderà ovunque il suo divino splendore. E così Gesù sarà ascoltato nella sua parola, seguito sulla via da Lui tracciata, imitato nella sua vita, glorificato nella sua persona. È giunta l’ora in cui mio figlio Gesù da tutti deve essere glorificato. Con il prodigio della seconda Pentecoste l’umanità riconoscerà Gesù Cristo come suo Redentore e come suo unico Salvatore. Allora lo Spirito Santo aprirà i cuori e le anime ad accogliere il Cristo che tornerà a voi nello splendore della sua gloria divina. Così il mio Cuore Immacolato avrà finalmente il suo grande trionfo.” (18 maggio 1997)

D’ora innanzi mi manifesterò attraverso la parola, la persona e l’azione di questo mio piccolo figlio, che Io ho scelto per esservi guida e che ora conduco al vertice doloroso della sua missione. – Tutto vi è stato svelato: il mio disegno vi è stato predetto soprattutto nel suo meraviglioso e vittorioso compimento. Vi ho annunciato il trionfo del mio Cuore Immacolato nel mondo. Alla fine il mio Cuore Immacolato trionferà. …

È giunto il momento di uscire dal vostro nascondimento per andare a illuminare la terra. Mostratevi a tutti come i miei figli, perché Io sono sempre con voi. La fede sia la luce che vi illumina in questi giorni di oscurità, e vi consumi solo Io zelo per l’onore é la gloria di mio figlio Gesù.

Combattete figli della Luce, perché l’ora della mia battaglia è ormai giunta. Nel più crudo inverno voi siete le gemme che sbocciano dal mio Cuore Immacolato e che Io depongo sui rami della Chiesa, per dirvi che sta per giungere la sua più bella primavera. Sarà per Essa la seconda Pentecoste.

Per questo vi invito a ripetere spesso nei Cenacoli la preghiera che vi ho domandato: – “Vieni Spirito Santo; vieni per mezzo della potente intercessione del Cuore Immacolato di Maria, tua Sposa amatissima.”

Con l’amore di una Mamma che, in questi anni, è stata da voi ascoltata,- seguita e glorificata, tutti vi benedico nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.” (31 dicembre 1997)

Abbiamo assolutamente bisogno

della forza, della luce e della potenza dello Spirito Santo:

“senza la sua forza nulla è nell’uomo nulla senza colpa”.

Lui lava, bagna, sana, guarisce, piega, raddrizza. Lui è sollievo, riparo, conforto.

Vieni Spirito Santo!

Vieni per mezzo della potente intercessione

del Cuore Immacolato di Maria, tua sposa amatissima!

Padre Quartilio Gabrielli

– – – – – – –

Per avvertire le persone della trappole e le bugie nascoste ma molto potente del “padre della menzogna”, Satana (Gv 8,44), ho dato ad alcune persone al Cenacolo mensile del Movimento Sacerdotale Mariano, delle copie stampate di “La Storia della Comunione sulla Mano” ed “I Segni di Dio vs. I Segni di Satana” il 13 dicembre 2016. Quando il responsabile del M.S.M. della regione di Umbria, Don Roberto, ha scoperto questo, dopo la Messa lo stesso giorno durante il Cenacolo, era molto turbato con me e mi ha detto di dare i miei articoli scritti alle persone al Cenacolo. Dopo quella sera, dopo sono tornato a casa dal Cenacolo, ho scritto la seguente email a Don Roberto.

Caro Don Roberto,

Vorrei chiedere una domanda. Che cosa è più importante, la salvezza delle anime o il rispetto umano?

Se Gesù era preoccupato del suo gruppetto degli apostoli e discepoli, perché è andato alla crocifissione? La stessa domanda per i profeti dell’Antico Testamento, ed i martiri di tutti i tempi?

Come tu sai, c‘è meno preghiera che mai, più peccato che mai, ancora peggio, l’indifferenza come il peccato non esistesse più, e perciò abbiamo dato tanto potere al “padre della menzogna”, Satana (Gv 8,44). In particolare Satana ha più potere di “mascherarsi come un angelo di luce” (2Cor 11,14), per offrire le sue belle bugie mortali come fossero “la verità che ci fa liberi” (Gv 8,32)! E allora, dove sono i pastori per avvertire le pecore di questi veleni nascosti ma molto potenti del lupo che portano via le pecore?

Hai indicato che eri preoccupato dello scisma! Ma adesso le persone stanno diventando sempre più addormentate spiritualmente e ci sono pochissimi pastori che hanno il coraggio di avvertire le pecore dei grandi pericoli oggi. Dove sono i veri pastori per avvertire le pecore di queste veleni nascosti ma molto potenti? Che cosa è più importante qui? Dove sono i pastori come Gesù? “Io sono il buon pastore. Il buon pastore offre la vita per le pecore” (Gv 10,11)

Quando sarà questo scisma aperto l’anno prossimo, da che parte sarai tu, dalla parte dei pochi preti e vescovi che rimangano fedeli all’insegnamento della Chiesa di 2000 anni, che non cambia, con il rischio della persecuzione, o dalla parte della grande maggioranza dei preti e vescovi che non vogliono perdere i loro gruppetti o l’approvazione dei parrocchiani o dei loro superiori qui sulla terra? Seguiamo Dio o seguiamo gli uomini? Chi può offrirci la vita eterna, gli uomini o Dio? Di che cosa abbiamo paura? Ci fidiamo in chi, Dio o gli uomini o in noi stessi?

Chi dunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anch’io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli; chi invece mi rinnegherà davanti agli uomini, anch’io lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli” (Mt 10,32-33).

Voi vi ritenete giusti davanti agli uomini, ma Dio conosce i vostri cuore: ciò che è esaltato fra gli uomini è cosa detestabile davanti a Dio” (Lc 16,14-15).

Guai a te se tutti parlano bene di te. Allo stesso modo infatti facevano i loro padri con i falsi profeti” (Lc 6,26). “Amavano infatti la gloria degli uomini più della gloria di Dio” (Gv 12,43). “E come potete credere, voi che prendete gloria gli uni dagli altri, e non cercate la gloria che viene da Dio solo?” (Gv 5,44; 12,43; Rm 2,29; 1Cor 4,5).

“In certi momenti ho conosciuto che le anime consacrate difendono la propria gloria, fingendo di difendere la gloria di Dio, ma non si tratta della gloria di Dio, bensì della propria gloria. O Gesù, quanto mi ha fatto soffrire questo! Quali misteri scoprirà il giorno del Tuo giudizio! Come si possono rubare i doni di Dio” (Diario di Santa Faustina, 1149)

Hai meditato bene sulle due meditazioni date da Padre Gabrielli Quartilio negli Esercizi Spirituali Internazionali, a Collevalenza, il 26 giugno a 02 luglio 2016, “Il Movimento Come Opera Di Maria” e “Lo Spirito Santo e il M.S.M.”???

Parlando di questo “EPOCA DEL COMPROMESSO” la Beata Vergine nel messaggio finale il 13 ottobre 1973, a Akita, Giappone, nell’anniversario dell´ultima apparizione e del miracolo di Fatima, ha detto a Suor Agnes Katsuko Sasagawa: “Come vi dissi, se gli uomini non si pentono e migliorano loro stessi, il Padre infliggerà un terribile castigo su tutta l’umanità. Sarà un castigo più grande del DILUVIO, come non si sarà mai visto prima. Il fuoco cadrà dal cielo e farà morire una grande parte dell´umanità, i buoni e i cattivi , non risparmiando né preti né fedeli. I sopravvissuti si troveranno così desolati che invidieranno i morti. Le uniche armi che rimarranno per Voi saranno il Rosario e il Segno lasciato a voi da mio Figlio. Recitate ogni giorno, la preghiere del Rosario. COL ROSARIO, PREGATE PER IL PAPA, I VESCOVI E I SACERDOTI . L´opera del diavolo si infiltrerà anche nella Chiesa in tale modo che vedrete cardinali contro cardinali e vescovi contro vescovi. I preti che mi venerano saranno disprezzati e saranno in opposizione ai loro confratelli. La Chiesa e gli altari saranno danneggiati. LA CHIESA SARÀ PIENA DI QUELLI CHE ACCETTANO COMPROMESSI e il demonio spingerà molti preti e anime consacrate a lasciare il servizio del Dio. Il demonio infurierà specialmente contro le anime consacrate. Il pensiero della perdita di tante anime è la causa della mia tristezza. Se i peccati aumentano in numero e gravità, non ci sarà più perdono per loro.” (http://blogcristianocattolico.blogspot.com/2008/01/la-madonna-di-akita-giappone.html).

La prima priorità di tantissimi preti e vescovi oggi è di aver meno problemi possibile, senza chiedersi la domanda, “Che cosa Gesù vorrebbe in questa situazione”. Che cosa sono le priorità di Gesù, e che cosa sono le nostre priorità come preti o vescovi? La salvezza delle anime attraverso la verità vissuta, o il rispetto umano?

Certo, sono convinto che l’anno prossimo sarà lo scisma. Pian piano ci sono sempre più sacerdoti e vescovi che hanno il coraggio di stare con i 4 cardinali che hanno scritto la “Dubia”. Sono convinto che quando questo scisma sarà all’aperto, più persone si sveglieranno, e chiederanno la domanda, perché ci sono questi cardinali, vescovi e preti che chiedono questa domanda al papa, “Dubia”? Proprio per questo Bergoglio non ha risposto ai cardinali per non svegliare le anime dei frutti molto negativi causato dalla grande confusione causata da Amoris Laetitia. Prima, la maggioranza dei cattolici hanno capito che di fare sesso fuori del matrimonio era un peccato grave, mortale. Adesso la maggioranza credono che si può convivere e ricevere la “misericordia” (falsa) senza nessun impegno di pentirsi e cambiare vita e vivere ciò che noi diciamo nell’Atto di Dolore: “Propongo col Tuo santo aiuto di non offenderTi mai più e di fuggire le occasioni prossime di peccato” (il peccato secondo Dio spiegato dalla Sua Chiesa, il Magistero della Chiesa, non secondo il relativismo di ognuno né secondo il mondo!)!

Articoli:

“Dubia”, I quattro cardinali hanno ragione

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-dubia-i-quattro-cardinali-hanno-ragione-18067.htm

Il cardinale Müller risponde (a suo modo) ai dubia su Amoris laetitia

http://www.lanuovabq.it/it/articoliTematici-editoriali-241.htm

Spaemann: «Il Papa faccia come Gesù: sì o no»

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-rispondere-ai-dubia-non-inabissare-il-magisterospaemann-il-papa-faccia-come-gesu-si-o-no-18245.htm

– – –

ECCO ALCUNE PAROLE DELLA MADONNA A DON STEFANO GOBBI:

Ormai siete giunti al momento della vostra immolazione, siete chiamati a soffrire sempre di più.

Datemi tutto il vostro dolore. Oggi sono le incomprensioni, gli attacchi, le calunnie di vostri fratelli. Domani saranno le persecuzioni, la prigionia, le condanne da parte degli atei e dei nemici di Dio che vedranno in voi gli ostacoli necessariamente da eliminare.

Camminate con Me e seguitemi sulla strada di mio Figlio Gesù. Sulla strada del Calvario, sulla strada della Croce. Mai come in questi momenti deve essere da voi vissuta fino in fondo quella che è la vocazione di ogni cristiano: “Chi vuole venire dietro a Me rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua”.

Seguitemi, figli prediletti: oggi è necessario che seguiate vostra Madre, se volete percorrere senza paura la via di mio Figlio Gesù”.

(28 maggio 1976)

Figli prediletti, non si turbi mai il vostro cuore per gli attacchi che diventano sempre più numerosi contro il mio Movimento.

Questa è solo Opera mia e risponde ad un particolare disegno del mio Cuore Immacolato.

Difficoltà, incomprensioni e sofferenze sono da Me stessa permesse perché questa mia Opera sia più purificata: Desidero che venga purificata da ogni elemento umano, perché possa così riflettere solo la mia purissima luce.

Di questa mia purissima luce voglio ricoprire tutti i miei figli prediletti, i Sacerdoti consacrati al mio Cuore Immacolato.

Per questo vi domando il distacco completo da tutti affinché vi possa donare la vera purezza del cuore. Ogni umano attaccamento a voi stessi, alle creature e al mondo OFFUSCA la vostra interiore purezza

Quanti miei poveri figli Sacerdoti hanno così finito di essere solo del mondo e ne sono divenuti prigionieri.

Il mio Gesù ha salvato questo mondo soprattutto quando, per essere fedele al volere del Padre, si è da tutti distaccato per essere innalzato da terra, sospeso sulla Croce.

Tornerete a riportare tante anime a mio Figlio quando, come Lui, anche voi sarete innalzati da terra. Per questo dovete abituarvi ad esserlo già nell’anima, con il distacco interiore da tutti.

Così possederete la vera purezza del cuore. E sarete veramente capaci di amare. Fino alla prova suprema.

Sempre portati dalla vostra Mamma, che sa dove e come condurvi, perché, anche su ciascuno di voi, si realizzi il disegno del volere del Padre”.

(3 maggio 1976)

E quanto più testimonierete questa completa ubbidienza alla Chiesa, tanto più sarete criticati, scherniti e perseguitati. Ma è necessario che la vostra sia una testimonianza sempre più dolorosa e crocifissa, per potere aiutare tanti miei poveri figli a restare, ancora oggi, nella verità e nella fedeltà”.

(13 aprile 1976)

Ho bisogno di voi, figli miei prediletti, per formarvi vittime gradite da offrire alla divina Giustizia.

Per questo sarete chiamati sempre più a soffrire. Si avvicinano per voi le ore dell’agonia e della passione.”

(3 aprile 1976)

(Presentazione di Gesù Bambino al Tempio; 2 febbraio 1976)

Segno di contraddizione.

Non turbatevi, figli miei, se da alcuni non siete compresi; anzi venite apertamente criticati e perseguitati. Il mio Cuore permette questo per abituarvi a non riporre in nessuna creatura il vostro appoggio, ma in Me sola. Appoggiatevi sul mio Cuore Immacolato, figli prediletti. …

Per la vostra parola, che ripeterà, sempre più forte e chiara, la Verità che mio Figlio Gesù è venuto a rivelarvi. Vedete quanti vostri fratelli Sacerdoti tradiscono la Verità, nel tentativo di adattarla alla mentalità del mondo, spinti dalla fallace illusione di essere meglio compresi, più ascoltati e più facilmente seguiti? Nessuna illusione è più pericolosa di questa. …

Per la vostra testimonianza, che dovrà essere luce ed esempio per tutta la Chiesa. È stato disposto dal Padre che la vostra sia una testimonianza sempre più dolorosa. Vi ripeto, figli, che la strada su cui vi conduco è quella della Croce. …

Non temete se verso di voi aumenteranno le incomprensioni, le critiche e le persecuzioni. È necessario che questo avvenga per voi perché, come mio Figlio Gesù, anche voi oggi siete chiamati ad essere segno di contraddizione. …

Sempre più sarete seguiti, sempre più sarete anche respinti e perseguitati. …

SARETE PRESTO CHIAMATI ALLA BATTAGLIA APERTA quando sarà attaccato mio Figlio Gesù, Me stessa, la Chiesa e il Vangelo.”

Questa vera divisione nella mia Chiesa, questa vera apostasia da parte di tanti miei figli Sacerdoti, si accentuerà e diventerà anzi una violenta e aperta ribellione. …

Quanto vi attende, figli miei amatissimi, è ormai solo il vostro COMPLETO SACRIFICIO per la salvezza del mondo e la purificazione della terra.”

(31 dicembre 1975)

Ho bisogno di tutta la vostra sofferenza: è l’arma più preziosa da usare per questa mia battaglia. Per questo vi domando di prepararvi a soffrire, di disporvi a salire con Gesù e con Me il Calvario, di offrirvi al Padre quali vittime da Me scelte e maternamente da tempo preparate. …

Anche voi sarete scherniti, traditi e perseguitati assieme al Vicario di mio Figlio, il Papa. Molti dovranno offrire la propria vita e spargere il loro sangue. Gli altri resteranno per consumarsi in olocausto, vivendo i momenti di grandi sofferenze che si preparano per la purificazione della terra. Sarete così la mia luce nella grande tenebra.

Ma durerà poco, figli prediletti, questa durissima prova. Per un mio speciale intervento quelle ore saranno abbreviate. E presto splenderà sul mondo rinnovato il trionfo del mio Cuore Immacolato”.

(25 novembre 1975)

Sacerdoti del mio Movimento, figli prediletti del mio Cuore Addolorato: volete accogliere il mio dolce invito a soffrire con Me? …

Se il castigo verrà, sarà solo per un’ultima e grande richiesta di sofferenza per il rinnovamento del mondo e la salvezza di tanti miei poveri figli.

Ma nulla serve tanto per il trionfo del mio Cuore Immacolato, quanto un cuore Sacerdotale che soffre. In voi, figli, è Gesù che continua la sua missione purificatrice. È solo il suo Sangue che può lavare tutto il male, tutto l’odio, tutto il peccato del mondo.

Per questo, ora che è giunto il momento della purificazione, sarete chiamati sempre più a soffrire. Per voi, figli, questa è l’ora della Croce. Ma soffrirete con Me, con la vostra Mamma che vi ha generati sotto la Croce.

Con Me sempre, nel presente che il Padre vi dona: ad offrire e a soffrire sul Cuore della vostra Mamma Addolorata”.

(15 settembre 1975)

È la croce che Gesù vi domanda oggi di portare: vivere accanto a fratelli Sacerdoti che non credono più, che non vivono più, che tradiscono il Vangelo, che sono servi infedeli e restano tuttavia nella Chiesa per essere i ministri di questa infedeltà.

Questa per voi è la croce più pesante, ma rientra in un mio più grande disegno. Gli avvenimenti decisivi sono ormai iniziati, e questo che voi vivete è il principio.”

(9 luglio 1975)

“È giunto il momento in cui dei miei figli Sacerdoti si preparano a mettersi pubblicamente contro mio Figlio e Me stessa, contro il Papa e la Chiesa.

Allora non potrò più riconoscerli come miei figli; scenderò dal Cielo Io stessa per mettermi alla testa della schiera dei miei figli prediletti, e abbatterò le loro trame.

Dopo un grande rivolgimento e la purificazione della terra, il mio Cuore Immacolato canterà la sua vittoria nel più grande trionfo di Dio.

Per questo momento, Sacerdoti miei prediletti, ad uno ad uno vi ho chiamato da ogni parte del mondo e vi ho preparato.

Non è più tempo di dubbi ed incertezze: questo è il tempo della battaglia.”

(25 aprile 1975)

“Dopo avervi distaccato da tutto per essere pronti a fare la volontà del Padre, dopo avervi resi solo bambini per farvi Sacerdoti secondo il Cuore di Gesù, è giunta l’ora in cui siete chiamati a salire con Lui il CALVARIO. …

Questa è dunque la vostra ora e per questo perciò vi chiamo solo alla preghiera, alla sofferenza, alla vostra totale immolazione. Dimenticate ogni altra preoccupazione ed affidatevi a Me, ed assecondate con il vostro grande amore il disegno del mio Cuore Immacolato”.

(28 marzo 1975)

“I Sacerdoti del mio Movimento … Oh, anch’essi – in gran parte – saranno chiamati alla ESTREMA TESTIMONIANZA! Ma il loro sangue laverà e purificherà questo mondo, perché ne nasca uno rinnovato nell’Amore e riconsacrato al trionfo di Dio!”.

(26 dicembre 1974)

“Figli ancora da Me privilegiati sono tutti questi ammalati e sofferenti, che vedi da ogni parte. Ti ricordano il valore della sofferenza, la necessità di soffrire.”

(Lourdes, 30 aprile 1974)

Ti condurrò al vuoto assoluto di ogni appoggio umano e al più totale abbandono, perché possa finalmente imparare a fare la cosa che a Me piace di più e che sempre ti chiedo: affidati solo a Me, lasciati guidare sempre da Me, aspettati ogni cosa e domanda tutto a Me.”

(18 aprile 1974)

Molti Sacerdoti, incerti e quasi sopraffatti dalla tempesta, seguiranno il vostro esempio e torneranno sulla strada della salvezza. Per ora preparatevi con Me nell’attesa.”

(17 gennaio 1974)

“I consolatori, perché allevieranno il suo abbandono e la sua sofferenza e non temeranno di essere fatti partecipi come Lui della stessa sorte, che oggi attende coloro che Io ho preparato all’estrema immolazione per la salvezza del mondo.”

(30 ottobre 1973)

Caro Don Roberto,

Ecco perché ho passato più di un ora davanti al tabernacolo nei ultimi 16 anni, per essere pronto di morire per la verità, che è Gesù (Gv 14,6).

“Soprattutto vi attiro dolcemente davanti alla divina persona di mio Figlio Gesù presente, come in Cielo, nel Sacramento dell’Eucaristia. Voi imparate da me il gusto della preghiera. Preghiera di adorazione, preghiera di ringraziamento, preghiera di riparazione.”

(16 luglio 1976)

Don Jo

P.s.

Se ti interessa l’articoli interi con tutti i riferimenti:

La Storia della Comunione sulla Mano

http://cibo-spir.blogspot.it/2016/12/storia-comunione-in-mano.html

o

https://josephdwight.wordpress.com/2016/12/07/la-storia-della-comunione-sulla-mano/

o

https://www.scribd.com/document/333528524/La-Storia-della-Comunione-sulla-Mano

– – –

I Segni di Dio vs. I Segni di Satana

http://cibo-spir.blogspot.it/2016/12/segni-dio-vs-satana.html

o

https://josephdwight.wordpress.com/2016/12/12/i-segni-di-dio-vs-i-segni-di-satana/

o

https://www.scribd.com/document/333988859/I-Segni-di-Dio-vs-I-Segni-di-Satana

– – – – – – – – – – –

Don Roberto ha risposto alla mia email il 14 dicembre 2016:

Soggetto:

Che cosa è più importante, la salvezza delle anime o il rispetto umano?

Caro Joseph, non temo il rispetto umano, solo che bisogna essere prudenti. Facendo parte del Mov. Sac. Mariano abbiamo una grande responsabilità. Siamo osservati e possiamo nuocere al Movimento. Fratel Raffaele appena ha avuto un tuo foglio tra le mani, lo ha fatto vedere subito al superiore il quale ha fatto le sue critiche.

Non possiamo permettercelo. Già lo scorso anno a Gubbio con Don Fausto. Dobbiamo essere prudenti. Fuori del Movimento fai quello che vuoi, ma all’interno NON PUOI FARLO.

Per ci mi auguro che sia l’ultima volta che distribuisci quei fogli. Te lo dico anche se condivido quello che scrivi.

– – – – – – – – –

Il seguente è la mia email a Don Roberto.

10 gennaio 2017

Caro Don Roberto,

Tu non hai commentato su quello che ho scritto nella mia email. Tu non mi inviti di dialogare con te per risolvere le cose più importante insieme. Perciò parla con i sacerdoti con cui ti fidi, con cui sei disponibile a dialogare, con i sacerdoti che sono d’accordo con te, con i sacerdoti che sono al tuo livello di prudenza, di sapienza e di intelligenza.

Mi rendo conto che almeno anni fa pochi sacerdoti hanno ricevuto una formazione umana nel seminario che facilita di risolvere i problemi più importanti insieme, e perciò si appoggia sulla struttura di obbedienza senza dialogo. Insomma, la Sua email a me era: stai zitto e obbedisci (“mangia e stai zitto”), nonostante che la Madonna ha detto nel Libro Blu:

Non vi sia un capo fra voi: Io stessa sarò la vostra Condottiera. Voi siate tutti fratelli: amandovi, comprendendovi, aiutandovi” (La Madonna a Don Stefano Gobbi, 16 luglio 1973).

Perciò non vi deve essere un capo fra voi: voi siete tutti fratelli, riuniti nell’amore che deve crescere sempre più” (La Madonna a Don Stefano Gobbi, 22 agosto 1976).

Ma senza una certa maturità umana, è molto difficile di vivere queste parole della Madonna.

Papa Giovanni Paolo II ha parlato ed ha scritto spesso dell’importanza di dialogare fra i cristiani e soprattutto fra i sacerdoti, per cercare la verità e le soluzioni insieme. Si trova molto spesso nel Libro Blu l’insistenza della Madonna di diventare “piccolo”, la “piccolezza”, che vuol dire anche di cercare la verità e le soluzione fuori delle nostre teste. Ho scritto di questa sfida difficile di dialogare nel mio articolo “La Grande Responsabilità dei Responsabili Religiosi” (http://evang-fondam.blogspot.it/2013/05/grande-responsabilita.html).

Non mi interessa di avere un titolo (mi interessa soltanto paradiso!), ma a me è interessante che nonostante che frequento i Cenacoli in Umbria da più di 6 anni, Don Mario cercava qualsiasi altro prete che Don Jo per prendere il suo posto. Maria Tiberini, che fa parte del movimento da tanti anni, mi ha detto che non sapeva chi era Don Roberto. Nonostante che la Madonna ha indicato tante volte nel Libro Blu che la maggioranza dei pochi sacerdoti che rimangono fedeli alla Verità in questo periodo della grande apostasia (2Ts 2,3-4; CCC 675) dovranno sacrificarsi come Gesù Sacerdote ha fatto due mille anni fa sulla croce (cf. CCC 677), Don Mario ha trovato un veggente che dice che i buoni sacerdoti saranno risparmiati in questo periodo della grande tribolazione (Mt 24,21). Don Mario ha detto ad alcune persone che Don Jo dice la verità ma dice la verità in un modo troppo forte! Non credo che Gesù e San Pietro e San Paolo e Santo Stefano e tanti profeti dell’Antico Testamento (e forse nel futuro, Cardinale Raymond Burke ed altri) sarebbero stati ammazzati se avessero avuto la vostra prudenza e sapienza! Quanti sacerdoti, vescovi e politici cercano di essere “corretti politicamente” e finiscono a servire l’agenda della Massoneria?!?

Nelle tue omelie e le tue meditazioni duranti i Cenacoli, non mi ricordo quando hai citato dal Libro Blu né dalle parole di Don Stefano Gobbi. Di che movimento fai parte?

Come ho scritto nella mia email, un compito fondamentale di un pastore è di proteggere le pecore dalle bugie e le strategie molto distruttive e nascoste del lupo oggi. Certo, mancano oggi le buone omelie e meditazioni che si facevano anni fa, ma a causa di meno preghiera che mai e più peccati ed indifferenza che mai, abbiamo dato più potere che mai al lupo, Satana, per ingannare ed offrire nuove bugie velenose alle pecore oggi.

LA CONFUSIONE FA TANTO MALE ALLA CHIESA E ALLE ANIME.

Card. Burke: I dubia devono avere risposta. Non sono divisivi, ma cercano di sanare una divisione”

(21/12/2016; http://sinodo2015.lanuovabq.it/card-burke-i-dubia-devono-avere-risposta-non-sono-divisivi-ma-cercano-di-sanare-una-divisione/):

In inglese:

Confusion does great harm to the Church and to souls.

Cardinal Burke:

We need to give witness to what the Church has always taught and practiced, and that way we remain serene, we don’t give way to confusion, and even division as it can often happen in the Church otherwise.”

https://www.lifesitenews.com/news/full-text-cardinal-burke-discusses-formal-correction-of-pope-how-to-respond

December 19, 2016

“Scrive San Tommaso d’Aquino (ad Gal.2.14): “Essendovi un pericolo prossimo per la fede, i prelati devono essere ripresi, perfino pubblicamente, da parte di quelli che sono loro soggetti. Così San Paolo, che era soggetto a San Pietro, lo riprese pubblicamente, in ragione di un pericolo imminente di scandalo in materia di fede”.

E Sant’Agostino commenta: “Lo stesso San Pietro dette esempio a coloro che governano, affinché essi, allontanandosi qualche volta dalla buona strada, non rifiutino come indebita una correzione venuta anche dal loro soggetti”.

Riferendosi di nuovo alla critica pubblica di San Paolo a San Pietro, scrive ancora San Tommaso: “La riprensione fu giusta ed utile, ed il suo motivo non fu di poco conto: si trattava di fatti di un pericolo per la preservazione della verità evangelica … il modo della riprensione fu conveniente, perché fu pubblico e manifesto. Perciò San Paolo scrive: ‘Parlai a Cefa’ cioè a Pietro ‘di fronte a tutti’ perché la simulazione operata da san Pietro comportava un pericolo per tutti.”

Questo è lo spirito dunque in cui sarà intrapresa la critica delle dottrine o dei gesti che seguono, con la pietà dovuta di un figlio verso il proprio padre spirituale, capo visibile della santa Chiesa di Dio. Le dichiarazioni (o i gesti) trattati riguarderanno solo tre punti determinati: 1) l’Ecumenismo, 2) l’Eroticismo, e 3) l’Adulterio. (segue nell’articolo “Non si può più tacere”).”

http://blog.messainlatino.it/2016/12/card-burke-da-utlimatum-al-papa-deve.html?m=1

Gli auguri del Papa alla curia: “Ecco la mia riforma, le resistenze malevole sono ispirate dal demonio”

http://www.ilfoglio.it/chiesa/2016/12/22/news/papa-curia-auguri-natale-cardinali-riforma-chiesa-cattolica-112195/

In inglese:

Pope: ‘Malicious resistance’ to my reforms that ‘takes refuge in traditions’ is from the devil

https://www.lifesitenews.com/news/pope-malicious-resistance-to-my-reforms-that-takes-refuge-in-traditions-is

ECCO COME “PAPA FRANCESCO” INVITA AL DIALOGO PER CERCARE LA VERITÀ DA DIO (NON DALL’UOMO) INSIEME!!! VS.: “LO STESSO SAN PIETRO DETTE ESEMPIO A COLORO CHE GOVERNANO”! I quattro cardinali chiedevano soltanto la chiarezza dell’insegnamento della Chiesa per il vero bene delle anime!!!

In Vaticano regna un vero e proprio clima di paura

http://chiesaepostconcilio.blogspot.it/2016/12/in-vaticano-regna-un-vero-e-proprio.html

domenica 18 dicembre 2016

In inglese:

Climate of fear in Vatican is very real

https://www.lifesitenews.com/blogs/climate-of-fear-in-the-vatican-is-very-real

Dec 16, 2016

Hai scritto a me: “all’interno NON PUOI FARLO”. E io dico a te, “all’interno NON PUOI FARLO”, cioè, non puoi, come pastore, non avvertire le anime affidate a te delle belle bugie più nascoste e più pericolose e potenti, nella storia della Chiesa, dal “padre della menzogna” (Gv 8,44)!!! Io dico a te, “all’interno NON PUOI FARLO”, cioè, come un responsabile del Movimento Sacerdotale Mariano, davanti a Dio (non davanti agli uomini!), non puoi non seguire i messaggi della Madonna nel Libro Blu, e non puoi non seguire le parole del fondatore, Don Stefano Gobbi, spiegato bene per oggi nelle due meditazione date da Padre Gabrielli Quartilio negli Esercizi Spirituali Internazionali, a Collevalenza, il 26 giugno a 02 luglio 2016, “Il Movimento Come Opera Di Maria” e “Lo Spirito Santo e il M.S.M.”!!!

NEL NOME (con il motivo) DI SALVARE IL GRUPPO, NON SI PARLA DELLE COSE CHE L’AUTORITÀ OGGI (civile e ecclesiastica) NON VUOLE, E PERCIÒ NON SI PROTEGGE LE ANIME DAI GRAVI PERICOLI NASCOSTI PER LE ANIME!!! C’è una contraddizione qui, c’è la mancanza dei pastori pronti di perdere tutto e di dare la propria vita per le pecore (Gv 10,11)!

Questo è simile di ciò che sta succedendo nelle parrocchie oggi, con i cattolici sempre più lontani che mai dal vivere il Vangelo spiegato dal Catechismo della Chiesa Cattolica degli adulti (CCC). Perciò la grande maggioranza dei pastori, sotto la pressione dai parrocchiani e non sostenuti dai loro vescovi, NON OFFRONO PIÙ TUTTA LA VERITÀ NÉ OFFRONO GLI AVVERTIMENTI delle trappole del demonio oggi, per potare i tralci (Gv 15,2; Mt 7,19), con il rischio reale di perdere tanti parrocchiani che non vogliono cercare e vivere la volontà di Dio, per offrire la possibilità di nuova crescita. Invece la maggioranza dei pastori mantengono silenzio colpevole, senza cercare di offrire con l’esempio e con le parole ciò che è meglio per le anime affidate a loro, e perciò le chiese si svuotano lentamente perché una religione autentica solida non è offerta secondo il vero Vangelo spiegato dal CCC. In tali parrocchie, le persone non vengono per vivere il Padre Nostro, “Sia fatta la TUA volontà”, ma per altri motivi personali. Quando non hanno più questi motivi, non vengono più alla chiesa.

Ecco perché tanti pastori e vescovi offrono l’amore falso, misericordia falsa e compassione malconsigliata! Ecco perché una delle priorità del femminismo secolare è di comunicare alle donne di non rispettare né ispirare le vocazioni da Dio dei loro mariti, e di mettere da parte il padre come il capo della famiglia. Ecco perché la Madonna di Akita (Giappone, 1973) ci ha detto in questo periodo “la Chiesa sarà piena di quelli che accettano compromessi”!

Come è stato spiegato nelle meditazione negli Esercizi Spirituali Internazionali, a Collevalenza, il 26 giugno a 02 luglio 2016, noi siamo nel periodo quando il Corpo di Cristo, la Chiesa, sarà crocifisso (CCC 677). Durante la crocifissione di Gesù 2000 anni fa, quasi tutti hanno abbandonato Gesù, la Verità (Gv 14,6), coperto di sangue e umiliato!

SIAMO PRONTI DI METTERE DIO PRIMO NELLA NOSTRA VITA, e perfino soffrire e morire per Gesù quando CESARE vuole costringerci di negare la nostra fede e negare Gesù? “CHIUNQUE MI RICONOSCERÀ DAVANTI AGLI UOMINI, anche il Figlio dell’uomo lo riconoscerà davanti agli angeli di Dio; ma chi mi rinnegherà davanti agli uomini sarà rinnegato davanti agli angeli di Dio” (Lc 12,8-9). “Rendete dunque a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio” (Mt 22, 21). MA QUANDO SONO IN CONFLITTO, in contrasto, in opposizione, io scelgo Dio. Con tutte le parole e le promesse vuote, Cesare non può darci felicità per l’eternità!

Caro Don Roberto,

Sono disponibile di venire ai Cenacoli di Umbria per aiutare con le confessioni. Ma dato come mi hai trattato recentemente, se mi dai una piccola indicazione che non mi vuoi ai Cenacoli di Umbria o se mi dai una minaccia, io sarò più contento di non venire ai Cenacoli di Umbria dove il responsabile non fa dialogo con me per decidere le cose più importante insieme.

Non telefonarmi. Proprio perché non c’è l’invito di cercare le soluzioni insieme con dialogo ma piuttosto di mettere apposto l’altro secondo la propria testa, se mi dici qualcosa al Cenacolo, risponderò soltanto, buon giorno, buona giornata o tanti auguri, e nient’altro.

Don Jo

P.s.

In quanto riguarda la timidità, la Madonna parla spesso ai sacerdoti del M.S.M.; ad esempio:

Il dubbio e la sfiducia che sempre più fanno presa nell’anima di tanti miei figli Sacerdoti, quanto addolorano il mio Cuore materno! Perché dubitate? Di che cosa avete paura? Gesù vi ha redenti dal Maligno nella stessa ora del suo trionfo: “Questa è l’ora di Satana e del potere delle Tenebre”. Mio Figlio Gesù vi ha donato per sempre la vita nella stessa ora in cui veniva ucciso sulla Croce. Nell’istante in cui Lui moriva, liberava dalla morte voi tutti. La mia Chiesa, di cui sono Madre, rivive la vita di Cristo ed è chiamata oggi a ripercorrere il suo stesso cammino. Di che cosa allora avete paura? Di un mondo che si è scagliato, con odio, tutto contro di voi? O di Satana che è riuscito ad introdursi all’interno della Chiesa e a mietere le sue vittime fra i suoi stessi Pastori? O dell’errore che la minaccia, del peccato che sempre più l’oscura, della infedeltà che dilaga? Questa, figli miei prediletti, è per la mia Chiesa ancora l’ora di Satana e del potere delle Tenebre. Sarà anch’essa immolata come Cristo sulla Croce e sarà chiamata a morire per la salvezza e il rinnovamento del mondo. Poiché questa per voi è l’ora della purificazione è soprattutto per voi l’ora della sofferenza. Di questa forse avete paura? Ma se per questa ora il Padre dall’eternità uno per uno vi ha chiamati? Ma se per questa ora la vostra Mamma del Cielo da tanto vi ha scelti e vi ha preparati? Vivete dunque nella serenità del vostro spirito e senza paura, pur fra le inquietudini e le minacce del vostro tempo. Per questo vi ripeto: non guardate sempre al futuro cercando cosa avverrà. Vivete solo l’attimo presente con tutta la vostra fiducia e il vostro abbandono in questo mio Cuore.” (4 dicembre 1976)

Vedete quanti vostri fratelli Sacerdoti tradiscono la Verità, nel tentativo di adattarla alla mentalità del mondo, spinti dalla fallace illusione di essere meglio compresi, più ascoltati e più facilmente seguiti? Nessuna illusione è più pericolosa di questa. … Sarete presto chiamati alla battaglia APERTA quando sarà attaccato mio Figlio Gesù, Me stessa, la Chiesa e il Vangelo. Solo allora, condotti per mano da Me, dovrete uscire allo scoperto per dare finalmente la vostra pubblica testimonianza (2 febbraio 1976)

Mai come in questi momenti deve essere da voi vissuta fino in fondo quella che è la vocazione di ogni cristiano: “Chi vuole venire dietro a Me rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua”. (28 maggio 1976)

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s